MINORCA

MINORCA

Minorca è la meta ideale anche per chi ha pochi giorni di vacanza a disposizione. Dista circa un’ora e mezza dall’Italia e ti regala paesaggi e mare da sogno. La seconda isola dell’arcipelago delle Baleari è un piccolo gioiello, la più tranquilla, ed è di una bellezza sorprendente. Non ha nulla da invidiare al mare dei Caraibi. Dichiarata dall’UnescoRiserva della Biosfera” ha spiagge bianche e tante calette, con acque cristalline, dalle sfumature verdi, azzurre, turchesi e blu, circondate da una vegetazione verde e rigogliosa.
Ha inoltre tante attrazioni: dalle città ai villaggi più caratteristici, dai parchi naturali, ai sentieri e i siti archeologici.
Nella zona marittima della Riserva della Biosfera sono stati identificate dieci tipologie differenti di habitat, che possono essere suddivisi in 24 categorie. Il loro stato di conservazione è considerato tra buono e molto buono, soprattutto se paragonato agli habitat delle coste continentali, costituendo una valida rappresentazione degli ecosistemi marittimi del Mediterraneo occidentale.

SPIAGGE

A Minorca ci sono ben ottanta spiagge e calette. C’è davvero l’imbarazzo della scelta. Noi ne citiamo solo alcune.

     La più lunga è quella di Son Bou, a sud dell’isola, tre chilometri di sabbia dorata e mare limpido.

     Tra le più incontaminate invece, quella di Cavalleria: 450 metri di sabbia rossa e acqua color verde chiaro che contrasta con le rocce marroni che la circondano. Niente sdraio o bar nelle vicinanze, e per raggiungerla necessita di una camminata di dieci minuti.

     Anche a Cala Pregonda, a nord dell’isola, la sabbia è rossa ma il paesaggio è completamente diverso, sembra di essere atterrati su Marte. Il mare è di un azzurro chiaro tendente al verde e intorno ci sono solo rocce. Due i modi per raggiungerla: via mare oppure camminando circa trenta minuti lungo un sentiero spesso soleggiato.


     Bianchissima e soffice, invece, la sabbia a Cala Blanca, sul versante orientale dell’isola.

     Cala Galdana, (chiamata anche Cala Santa Caldana) è una delle più conosciute e frequentate, è protetta dal vento e circondata da pinete e si trova a sette chilometri da Ferrieres.

     Una cornice mozzafiato la regala Cala Macarella, situata nell’Area Naturale protetta della costa di Ciutadella. Piccola e selvaggia, ha un’impressionante acqua color turchese. Un piccolo sentiero lungo la costa ti porta in pochi minuti alla vicina Cala Macarelleta, amata soprattutto dai naturisti.

     Cala en Turqueta è la più incantevole e conosciuta caletta vergine di tutta Minorca. Niente alberghi o case nelle vicinanze. È incastonata in una baia a forma semicircolare. Mare azzurro e 400 metri di spiaggia fiancheggiata da scogliere.

     Cala Morell (a 11 chilometri da Ciutadella) è racchiusa in una graziosa baia rocciosa. La spiaggia è piccola e il mare è profondo. Vicino ci sono anche delle grotte sepolcrali preistoriche da visitare.

     Meno conosciuta Arenal d’En Castell, lunga 700 metri, si trova tra due promontori rocciosi ed è l’ideale per le famiglie. Così come Cala Mesquida, nella parte orientale dell’isola. A forma di conchiglia ha fondali rocciosi ed è ideale per le immersioni subacquee. È il ritrovo di famiglie e giovani in cerca di divertimento.

     Infine, segnaliamo Punta Prima, a forma di mezza luna, la preferita dai minorchini per la sua acqua azzurra e facilmente raggiungibile in auto.

TRAMONTI

Al calar del sole la tranquillità delle piccole calette isolate lascia il posto ad una vita notturna, che benché non sia ai livelli della vicina Ibiza, non delude di certo i turisti.
Fino ad una certa ora, visto che non chiudono tardissimo, si può girovagare tra le bancarelline e i negozietti rinfrescandosi in uno dei tanti bar, per poi mangiare dell’ottimo pesce fresco nei ristoranti tipici.
Per gli amanti della musica e delle discoteche un locale veramente suggestivo e di gran classe dove si suonano anche i dj più famosi e ci si può scatenare fino all’alba, è il Cova d’en Xoroi a Cala an Porter. Completamente scavata nella roccia a picco sul mare, di giorno è un luogo di ritrovo per fare quattro chiacchiere sorseggiando qualcosa con un piacevole sottofondo musicale, dopo il tramonto si tramuta in vera e propria discoteca, dove si scatena il ritmo della notte spagnola.

Share this post

You may also like

Jordan Tour
13 Mar 19

Jordan Tour

READ

Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published